Non solo Apple, anche AT&T dice basta al jailbreak!

di AngeloMeuli

Come ben sapete Apple, da anni, cerca di lottare contro la pirateria. In questo caso parliamo del Jailbreak dei propri iDevice, tramite l’installazione di Cydia, che permette all’iPhone, iPad, iPod touch di estendere le sue funzionalità. Questo ha portato però, tamite InstallOus, il download illegale di apps a pagamento e non. In USA però il jailbreak è diventato legale, perchè dal momento che una persona compra il suo smartphone ha il diritto a farne ciò che vuole. Una risposta contro il jailbreak arriva anche dal carrier telefonico AT&T riguardo l’uso del tethering wi-fi, attraverso tweak installabili tramite Cydia (MyWi), che non è previsto dal contratto.

Ecco cosa, l’AT&T dice, ad un lettore di 9to5mac:

Mi è stato riferito che dall’11 agosto se si utilizza MyWi o qualsiasi tipologia di Tethering sul telefono o se si utilizza l’iPhone come modem, AT&T cambierà in automatico il piano dati passando da uno illimitato ad un limitato a 2GB al costo di 45 dollari. Il tutto senza il consenso del cliente. Questa modifica riguarda coloro che hanno ricevuto una mail o un messaggio relativi all’uso del tethering senza un piano AT&T specifico.

Mentre un addetto stampa dell’Azienda americana di gestione reti dice:

All’inizio dell’anno abbiamo iniziato ad inviare lettere, email e messaggi di testo ad un numero ristretto di clienti smartphone relativi all’uso del tethering sui loro device anche in assenza di un piano AT&T specifico per questa funzione. Il nostro obiettivo è quello di mantenere un rapporto di correttezza con i nostri clienti. (Questi episodi interessano solamente una ristretta percentuale dei nostri clienti smartphone).

Nella lettera vengono elencate tre possibili soluzioni:

1) Interruzione del tethering e mantenimento del vecchio piano.

2) Contatto diretto con AT&T per passare al piano tethering.

3) Non prendere una decisione e la scelta del piano tethering avverrà in automatico.

heiphone.net